PELIDE > Eccellenze www.pelide.it


Terminato il viaggio della mostra "The last Apple on the tree" (Novembre 2015)

di Lino Duilio


Sabato 31 ottobre 2015 si è concluso, in coincidenza con la chiusura di Expo, il viaggio della nostra Mostra d'arte itinerante "The last Apple on the tree", presentato il 30 aprile presso la Casa delle Associazioni di Zona 1 a Milano, in via Marsala, 8 e partito il 1° di maggio, nel giorno di apertura dell'Esposizione universale, con la prima Mostra in Corso Garibaldi 27.

Siamo stati, poi, in Zona 2, via Miramare, in Zona 5, Biblioteca Chiesa Rossa, Zona 6, in via Savona presso lo Spazio Seicentro, Zona 8, presso la Villa Scheibler si Quarto Oggiaro, Zona 9, all'Isola, presso lo spazio Cum Granu Salis: in zone centrali e zone più periferiche della città, in location messeci a disposizione dai relativi Consigli di Zona (nel caso di Zona 9, lo spazio era privato ma abbiamo avuto il patrocinio e il contributo dal Consiglio di Zona).

Abbiamo, inoltre, allestito la Mostra anche fuori città: ad Abbiategrasso, presso il Palazzo Cittadini-Stampa, a Bollate presso la Galleria Espositiva di Via Veneto, a Carugate, presso il Centro socioculturale Atrion, a Ronco Briantino, presso la Chiesa sconsacrata S. Ambrogio ad Nemus, a Pessano Con Bornago, presso l'Istituto scolastico onnicomprensivo Daniela Mauro (intenzionale la conclusione del viaggio presso un Istituto scolastico di circa 1000 ragazzi, la maggior parte dei quali, organizzati per classi, hanno visitato la Mostra manifestando spiccato interesse per il messaggio dalla stessa veicolato e, "armati" di penna e block notes su cui hanno appuntato osservazioni e ridisegnato dipinti, hanno fatto vedere quanta efficacia (anche pedagogica) posseggono le forme non tradizionali di comunicazione).

Le diverse location sono state tutte bellissime ed hanno consentito allestimenti molto gradevoli, apprezzati da tutti i visitatori (circa 5000) che, nelle diverse sedi espositive, hanno fatto visita alla Mostra, lasciando indirizzi e commenti davvero lusinghieri.

E' stato un viaggio impegnativo ma estremamente ricco, che ha riscosso apprezzamento generalizzato, sia per il contenuto espositivo (60 opere di 20 artisti diversi, 13 italiani e 7 stranieri, con ogni opera realizzata con tecnica e soggetti diversificati) che per il messaggio veicolato dalla Mostra: preservare le risorse del pianeta terra e valorizzarle, come proposto da Expo 2015.

Il lavoro artistico è stato coordinato e diretto da Silvano Brugnerotto, Art Director della Mostra (fondamentale, il suo contributo, anche per allestimento, disallestimento e presidio di tutte le esposizioni). L'intera manifestazione, patrocinata dai diversi Comuni, diverse Associazioni, dal Consiglio regionale della Lombardia, Expo in Città e Città Mondo, è stata pubblicizzata con manifesti, locandine e volantini ed è stata illustrata da un apposito Catalogo, stampato in italiano e in inglese e realizzato con un'elegante fattura tipografica da Digicopy Sarca (un grazie, per la stampa a Eugenio, per le traduzioni a Lucia, per i contributi ad Alberto, Michele, al prof. Totaro, alle due docenti dell'U.C. che hanno firmato le note critiche).

La "fatica" (non poca!) per la realizzazione dell'impresa è stata sopportata da alcuni amici che, a titolo di puro volontariato, hanno collaborato alle diverse fasi del viaggio, assicurando le risorse per il trasporto (un "grazie" particolare a Mario), il montaggio e lo smontaggio di ogni tappa espositiva, il supporto segretariale e burocratico (fondamentale, in proposito, oltre che per tutta l'attività inerente l'intero "viaggio" espositivo, il contributo di Leonarda, come prezioso è stato l'aiuto di Vasenka e Giuliano e, per i rapporti con gli artisti spagnoli, quello di Zaida), l'organizzazione (totalmente gratuita) di sobri ed eleganti rinfreschi a base... di mela (Angela, Andrea e parenti), la disponibilità di pannelli e cavalletti (gratitudine speciale al Centro culturale artistico milanese che ci ha fornito in prestito gratuito tali supporti), il presidio delle mostre per le numerose giornate di esposizione (un grazie, come detto, a Silvano, a Franco Casarano e signora, a Pasquale, Enrico Lovati, Enrico Ronchi e gli amici di Ronco, Enrico Marchesi (prezioso anche per allestimento e trasporto), Patrizia, Keti, Giuseppe, Gabriele, Lucia, Eugenio, Alberto, Giordano, Alessandro, Vasenka e famiglia).

Come è facilmente intuibile, sei mesi di "viaggio" di una Mostra d'arte così "robusta" (in tutti i sensi) hanno retto alla prova grazie alla disponibilità, in varia misura, di tante persone che hanno creduto nel lavoro della nostra Associazione culturale, che da questa esperienza esce rafforzata e pronta a nuove sfide per il futuro.

E' una missione - quella di PELIDE  - che, sia pure con le modeste risorse a sua disposizione, intende dare un contributo concreto e simbolico, materiale e intellettuale, al buon futuro del nostro Paese.

Animati da queste intenzioni, confidiamo nella vicinanza e nella simpatia di quanti vorranno sostenerci, nelle forme ritenute più opportune.






PE.LI.DE. - Associazione politico culturale - © 2014